Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy

Servizio SAVNO

11 maggio 2020

Notizie e informazioni sui servizi svolti da SAVNO

Data di Pubblicazione

11 maggio 2020

Servizi SAVNO

SAVNO S.r.l. è l’azienda che gestisce il servizio integrato dei rifiuti solidi urbani per n.44 Comuni della Provincia di Treviso e si occupa del servizio di raccolta delle principali frazioni merceologiche dei rifiuti, del loro trattamento e/o smaltimento, oltre che del servizio di fatturazione della Tariffa Rifiuti ai cittadini/utenti. 

 

Apertura ecocentro - 11 maggio 2020

Si informano i cittadini che a partire dal giorno 11 maggio l'ecocentro sarà accessibile senza limitazioni con il solito orario.

LUNEDI' orario 14 - 17 

MERCOLEDI' orario 14 - 17 

VENERDI' orario 9 - 12 

SABATO orario 9 - 12 e 14 - 17 

Disposizioni per il conferimento all'eco-centro di San Polo di Piave

In linea con le disposizioni della Presidenza del Consiglio dei MInistri del 10 aprile 2020 e con l'ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 40 del 13 aprile 2020.

Considerato che per combattere il contagio da Covid-19 bisogna evitare l'assembramento di persone.

Visti gli accordi tra i sindaci di Ormelle, San Polo di Piave e Cimadolmo, SAVNO s.r.l. farà accedere all'eco-centro gli utenti in base alla propria residenza secondo i seguenti orari:

LUNEDI' orario 14 - 17 accesso riservato ai cittadini di Ormelle

MERCOLEDI' orario 14 - 17 eccesso riservato ai cittadini di Cimadolmo

VENERDI' orario 9 - 12 accesso riservato ai cittadini di San Polo di Piave

SABATO orario 9 - 12 e 14 - 17 accesso indistinto.

Si raccomanda inoltre di: 

-    evitare gli assembramenti;
-    mantenere le distanze di sicurezza;
-    utilizzare i dispositivi di protezione individuale ovvero mascherine e guanti;
-    attendere il proprio turno rimanendo all’interno dei propri veicoli, a motore spento;

Si rammenta inoltre che:
- i rifiuti devono essere già differenziati presso la propria utenza;
- è utile non eccedere nel quantitativo da conferire, al fine di dare la possibilità a tutte le utenze di accedere al servizio  

Ringraziamo sin d’ora per la gentile collaborazione.

Apertura Ecocentro

Dal giorno 15 aprile riapre l'ecocentro per la raccolta dei rifiuti. 
Per evitare possibili assembramenti, i sindaci di San Polo, Cimadolmo e Ormelle hanno convenuto di organizzare il conferimento diviso per comune, per tanto gli orari saranno così suddivisi:

  • Mercoledì 15 dalle ore 9:00 alle ore 12:00 per il comune di CIMADOLMO
  • Mercoledì 15 dalle ore 14:00 alle ore 17:00 per il comune di ORMELLE
  • Venerdì 17 dalle ore 9:00 alle ore 12:00 per il comune di SAN POLO DI PIAVE
  • Sabato 18 conferimento libero per i 3 comuni dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Si raccomanda inoltre di: 

-    evitare gli assembramenti;
-    mantenere le distanze di sicurezza;
-    utilizzare i dispositivi di protezione individuale ovvero mascherine e guanti;
-    attendere il proprio turno rimanendo all’interno dei propri veicoli, a motore spento;

Si rammenta inoltre che:
- i rifiuti devono essere già differenziati presso la propria utenza;
- è utile non eccedere nel quantitativo da conferire, al fine di dare la possibilità a tutte le utenze di accedere al servizio  

Ringraziamo sin d’ora per la gentile collaborazione.

Chiusura Ecocentro

EMERGENZA CORONAVIRUS: NUOVE TEMPORANEE MISURE A TUTELA DEI CITTADINI E DEI LAVORATORI SAVNO

Le disposizioni saranno valide a partire dal pomeriggio di venerdì 13 marzo fino a nuove direttive. De Luca “Ecocentri chiusi. Sportelli accessibili solo in caso di urgenze e necessità inderogabili. I cittadini privilegino i canali di contatto telefonici e online”.

A seguito delle ultime disposizioni per il contenimento dell'emergenza COVID-19, tutti gli ecocentri Savno saranno chiusi a partire dal pomeriggio di venerdì 13 marzo fino a nuove direttive. Verranno inoltre sospesi, ove presenti, i servizi di raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti e dei cartoni commerciali.

Gli ecosportelli Savno saranno aperti solo su appuntamento per urgenze improrogabili al fine di garantire l’erogazione del servizio in modo contingentato e idoneo al mantenimento delle distanze di sicurezza, mentre le pratiche relative ad attivazioni, cessazioni del contratto, o eventuali informazioni sulle fatture verranno evase esclusivamente al telefono e/o tramite email.

Per richiedere appuntamento o per ogni altra informazione i cittadini dovranno contattare l’ecosportello del proprio comune ai numeri e negli orari indicati sul calendario o nel sito www.savnoservizi.it. Attenzione: gli orari degli uffici potranno subire variazioni legate alla turnazione dei lavoratori. In ogni caso si raccomanda vivamente di privilegiare i canali di contatto telefonici e online, recandosi agli sportelli solo per reale necessità e previo accordi. Gli addetti forniranno ai cittadini tutte le informazioni necessarie e le istruzioni per l’eventuale appuntamento che dovrà aver luogo nel pieno rispetto della sicurezza e della salute dei soggetti coinvolti.

Confidando nella comprensione e collaborazione di tutti in questa situazione di emergenza, ci scusiamo anticipatamente per gli eventuali disagi.

Tratto dal sito web di SAVNO

Agevolazioni Emergenza Coronavirus

A sostegno dei cittadini e per far fronte all’attuale situazione di emergenza, in deroga a quanto riportato sui documenti già inviati, Savno comunica che il pagamento delle rate delle fatture in scadenza può essere effettuato entro il 30/04/2020.

 “Per lo slittamento dei pagamenti rispetto alla data di scadenza prefissata nel documento già spedito ai cittadini, non verranno applicati interessi e sanzioni, hanno precisato i Presidenti del Consiglio di Bacino Sinistra Piave Roberto Campagna e di Savno Giacomo De Luca, sottolineando che il provvedimento contribuisce a dare un aiuto concreto alla comunità, ed in particolare alle imprese e ai lavoratori in difficoltà in questo particolare momento storico.

Con questa specifica iniziativa vogliamo inoltre assicurarci che i cittadini restino il più possibile al sicuro a casa evitando rischiosi spostamenti proprio nel periodo in cui è previsto il picco dell’epidemia.”